Piumoni

DruckversionPDF version
piume

La calugine si riferisce a tutte le piumette che vengono prese (il termine "strappate" sarebbe più preciso) su diversi uccelli (anatre, oche) vivi o dopo la macellazione; consente agli esseri umani di riscaldarsi a spese degli animali che soffrono di questi trattamenti.

La calugine cresce sotto il piumaggio esterno degli uccelli, concentrandosi più spesso sul petto Si tratta di un materiale molto ricercato perché non ha tubi come le piume. La sua popolarità è dovuta alla sua leggerezza e alla sua capacità di assorbire l'umidità e di mantenere il caldo. In generale, lo strappo delle piume avviene meccanicamente durante la macellazione degli uccelli. Va notato, tuttavia, che le oche perdono piume durante la loro vita ogni due settimane circa; questo fenomeno si verifica durante la muta che permette di rinnovare il loro piumaggio. Durante questo periodo, la raccolta di piume che sono pronte a cadere non danneggia gli animali.

Lo spiumaggio da vivo

Delle riprese con telecamere nascoste in una fattoria di oche nella regione di Kiskunmajsa in Ungheria mostrano che gli allevatori ne stanno allevando a migliaia per la produzione di carne. Questo servizio ha rivelato che molte aziende integrano le loro entrate praticando lo spiumaggio da vivo fino a quattro volte durante l'estate, anche al di fuori del periodo della muta. Si strappano semplicemente via le piume.In realtà, questa pratica è proibita ovunque in Europa. Il motivo è abbastanza legittimo: "Lo spiumaggio da vivo può essere descritto come un atto di crudeltà nei confronti degli animali, perché vedono le loro piume o la loro calugine strappati via indipendentemente dal loro periodo di muta: questa pratica molto spesso provoca lesioni e sanguinamenti che causano sofferenza agli uccelli ".

Solo l'esame della merce grezza consente allo specialista di accertare se le oche siano state spiumate vive o morte. Una volta che le piume sono state trattate, lavate e smistate, è impossibile trarre tali conclusioni.1

Il problema è il seguente: le piume prelevate dopo l'abbattimento possono provenire da oche che sono state spennate più volte durante la loro vita. È quindi impossibile offrire la garanzia di un allevamento rispettoso degli animali prima della loro morte.

Sebbene la maggior parte delle piume e della calugine di uccelli siano raccolte dopo la macellazione, va notato che le oche da allevamento, che sono alimentate a forza e destinate alla produzione di foie gras, sono a volte soggette allo spiumaggio da vive. Nei paesi in cui questi atti di crudeltà sono ancora praticati, a tutti gli uccelli vengono prelevati piume e calugine (fino a 150 g) dall'età di dieci settimane fino a quattro anni, al ritmo di una raccolta ogni sei settimane. 2

Lo spiumaggio provoca considerevole angoscia e sofferenze agli animali. Uno studio sulla frequenza cardiaca delle galline e il loro comportamento ha mostrato che lo sradicamento delle piume è doloroso per loro. Un altro studio ha rilevato che il livello di glucosio nel sangue di diverse oche era quasi raddoppiato durante lo spiumaggio, indicando un alto livello di stress.3

Lo spiumaggio dopo la macellazione

Anche lo spiumaggio degli "animali da macello" è ben lungi dall'essere una pratica rispettabile, anche se molte aziende amano presentarlo da questo punto di vista. In questo contesto, gli animali vengono allevati principalmente per la loro carne e non esplicitamente per il loro piumaggio. Ciò consente di risparmiare loro lo stress e l'ansia associati allo spiumaggio, ma anche il trasporto e il macello sono fattori che provocano ansia. Lo spiumaggio che avviene dopo la macellazione, quindi, non elimina la sofferenza degli animali. Sembra ovvio che il massimo sfruttamento dei resti di animali da macello rende la produzione di carne ancora più redditizia; qui, le penne non sono per niente un "rifiuto" e rappresentano al contrario un prodotto principale o derivato dall'allevamento abbastanza redditizio.

Le piume di eider

Sebbene gli eider siano una specie protetta, la loro calugine è estremamente popolare per l'uso in piumoni e indumenti. In Islanda, le femmine di eider raccolgono piume dal loro petto e ne ricoprono le uova depositate nei loro nidi. Ogni anno, gli agricoltori raccolgono 6.500 libbre di piume in questi ultimi..4

Questa pratica mette in pericolo la vita degli anatroccoli non ancora nati privandoli dell'isolamento termico essenziale per il loro sviluppo. Rappresenta anche una minaccia per gli eider che beneficiano dello status di specie protetta. La realizzazione di una singola trapunta richiede la raccolta di piume in almeno 80 nidi.5

La questione ecologica

Il piumone è un prodotto naturale con una buona reputazione. Tuttavia, si deve sapere che la sua fabbricazione non ha nulla di ecologico. L'allevamento intensivo di oche e altri uccelli ricercati per il loro piumaggio è dannoso per l'ecosistema e in particolare per le falde acquifere. È anche opportuno includere in questo bilancio ecologico ecologica il cibo dato agli animali nel corso di tutta la loro vita.

Le alternative alle piume

Esiste un'eccellente alternativa vegetale alle piume : si chiama kapok! È una fibra setosa che si trova all'interno del frutto dell'albero di kapok che ha la forma di una capsula. Questa fibra è vuota e contiene circa l'80% di aria, rendendolo un isolante termico molto leggero ed estremamente efficiente. È impermeabile, inodore e contiene composti amari che rimuovono naturalmente tarme e acari.6

Anche i materiali sintetici come la fibra PrimaLoft offrono vantaggi rispetto alla vera piuma. Così, mentre i piumini naturali diventano pesanti e appiccicosi quando sono bagnati, il materiale sintetico trattiene circa il 96% delle sue proprietà isolanti in caso di pioggia.7

Cosa puoi fare ?

  • È possibile compostare le vecchie piume dei cuscini e dei piumoni e sostituirle con fibre sintetiche cave o kapok.
  • Può darsi che tu abbia comprato un piumone senza sapere che la sua produzione ha causato sofferenza agli animali. Tuttavia, non accontentarti di "pulire" i tuoi piumoni e cuscini arieggiando la loro imbottitura nell'asciugatrice e sostituendo il materiale con nuove piume. Altrimenti, non sarai mai in grado di liberarti dal contenuto delle tue coperte: lo rinnoveresti e perpetueresti la sofferenza animale

Kassensturz, 24.02.2009 : «Skrupellos: Gänse für Daunen qualvoll gerupft»

Letzte Aktualisierung: 20.04.2019
Fussnoten:
  1. Karin Gförer, «Skrupellos: Gänse für Daunen qualvoll gerupft», SRF Kassensturz vom 24.02.09.
  2. Andrzej Rosinski, “Goose Production in Poland and Eastern Europe,” Department of Poultry Science, Agricultural University of Poznan, 1999.
  3. M.J. Gentle and L.N. Hunter, “Physiological and Behavioural Responses Associated With Feather Removal in Gallus Gallus Var Domesticus,” Research in Veterinary Science 50 (1991): 95-101.
    J. Janan et al., “Effect of Feather Plucking in Geese’s Blood Glucose Level,” Hungarian Veterinary Journal (Jun.2001).
  4. Árni Snæbjörnsson, “Eiderduck Farming in Iceland,” Fourth Circumpolar Agricultu ral Conference: Legacy and Vision in Northern Agriculture, Akureyri, Iceland, Aug. 2001.
  5. BBC Radio, “Cuddy’s Duck,” The Living World, narr. Brett Westwood, 3 Mar. 2002.
  6. Erwin Kessler, Verein gegen Tierfabriken VgT, «Kapok - die pflanzliche Alternative zu Gänse- und Enten-Daunen», 14.02.02.
  7. Jeroen van Rooijen, NZZ, «Zeit für warme Daunenjacken», 21.10.2014.
Weitere Infos: