Bovini

DruckversionPDF version
Bovini

Il bovino – un animale affascinante con personalità distinte, È uno degli animali più mangiati in Svizzera, nel 2017 in Svzzera vennero macellati oltre 389'000 manzi e più di 216‘000 vitelli.1 

Fatti e curiosità 

Agendo in modo socialmente complesso, i bovini sono molto intelligenti e però, come ogni animale da allevamento, finiscono ingiustamente nei nostri piatti o sui nostri corpi. Di seguito vi parleremo del bovino in tutte le sue sfaccettature – dalla sua storia alla sofferenza, dai suoi bisogni alle sue capacità! È importante specificare quando si parla di bovini: non tutti i bovini sono mucche, ma tutte le mucche sono bovini! Con bovino si intende la specie animale, che è divisa in animali maschi (toro / bue) e femmine (mucca).  

Fatti divertenti!2

  • Le mucche sono intelligenti: comprendono le relazioni di causa ed effetto - un chiaro segno di capacità cognitive altamente sviluppate. Ad esempio, le mucche sono in grado di maneggiare la leva del abbeveratoio quando hanno sete. Possono anche premere un pulsante con la testa per ottenere grano quando hanno fame. Non solo possono risolvere i problemi, ma come noi umani, sono felici quando hanno imparato un compito impegnativo.
  • Le mucche hanno migliori amici: le mucche non solo si riconoscono, ma hanno anche amici che preferiscono. In effetti, è stato dimostrato che le mucche possono essere particolarmente interessate e amabili verso determinate mucche in particolare. L'amicizia tra mucche si esprime principalmente nel pascolo e nella leccata. Uno studio ha scoperto che oltre la metà degli animali, tenuti al pascolo, trascorreva del tempo a mangiare e riposare accanto a una mucca in particolare. Quando venivano separate dal gruppo, dove stavano con le loro migliori amiche, mostravano meno interesse. Un altro studio ha dimostrato che una mucca è in grado di riconoscere un’ altra mucca da una fotografia, se questa è presente nel suo stesso pascolo e quindi si conoscono.
  • Le mucche hanno capacià sensoriali elevate: possiedono un olfatto molto acuto con il quale possono identificare un odore dalla distanza di 10 chilometri, oltretutto possono sentire sia alte che basse frequenze in misura che va ben oltre quelle dell’ essere umano.
  • Questi splendidi animali comunicano tra loro tramite diversi suoni e linguaggi corporei, come ad esempio la posizione della testa o della coda, con cui riescono ad esprimere felicità, rabbia, interesse o dolore e con diverse espressioni facciali.
    Le corna hanno in questo, un ruolo molto importante. Nel 2019 è stato condotto uno studio a riguardo:  www.nature.com.
  • Le mucche hanno un sistema gerarchico molto complesso: selezionano costantemente il loro “leader” che deve avere buone competenze sociali, essere intelligente, curioso, sicuro di sè e possedere esperienza nel ruolo. Invadenza, egoismo, dimensioni e coraggio, tuttavia, non sono riconosciuti come qualità di leadership adeguate. Una mandria di mucche è molto simile a un branco di lupi con animali alfa e complesse dinamiche sociali. Ogni mucca è in grado di riconoscere fino a 100 membri della mandria. Le relazioni sociali sono molto importanti per le mucche perché influenzano molte aree della loro vita quotidiana. Se la mandria si sdraia per esempio, per un pisolino, ogni posizione di una mucca e l'ordine in cui si trovano gli animali ha una relazione diretta con il loro status nella mandria.
  • Le mucche piangono: sono in grado di provare dolore per la perdita di un familiare o per la separazione dalla proprio famiglia, amici o compagno umano. Questi giganti gentili versano anche lacrime, come noi.
  • Le mucche vogliono prendersi cura dei propri bambini. Una mucca senza il suo vitello non è una mucca felice, ma una mamma triste e arrabbiata che vuole indietro il suo bambino. Piange e lo cerca – potrebbe ignorare la perdità per un po’ ma poi ricomincia di nuovo. È tutto molto simile a ciò che proviamo noi esseri umani quando siamo in lutto.

Curiosità

I bovini sono animali domestici comuni in tutto il mondo. Vivono in mandrie e formano amicizie individuali che possono essere osservate nei pascoli. Spesso questi pascolano o si riposano uno accanto all’ altro. I bovini ha uno degli ordini gerarchici più severi. Il più delle volte, gli esemplari amici si fanno la cura del corpo a vicenda. I bovini - come i cavalli - sono intelligenti e si caratterizzano per la loro particolare curiosità. Puoi dare loro un nome e sanno esattamente quando li chiami.
I bovini sono erbivori e ruminanti. Brucare per una vacca, non significa masticare bene l’erba, al contrario. Quando bruca ingerisce l’erba sotto forma di fili molto sottili e lunghi ed ingerendoli, tramite l’esofago, cadono nel reticolo per andare a finire direttamente nel rumine. E per questo motive, la vacca dopo aver brucato in grande quantità solitamente si sdraia in un posto tranquillo: per dare inizio alla fase di ruminazione.4 

Bisogni

Movimento

I bovini si spostano spesso per diversi chilometri al giorno in natura, questo promuove la loro salute e migliora anche il comportamento sociale nella mandria. Purtroppo la zootecnia intensiva toglie questo importante bisogno agli animali. Il terreno svolge un ruolo molte importante in questo, questi animali preferiscono pavimenti asciutti e antiscivolo. Se l’animale si sente al sicuro, mentre corre terrà la testa alta, mentre al contrario se questo tiene la testa bassa e si muove lentamente vuole mostrare un chiaro senso di disagio. Il loro ciclo di riposo-movimento si basa fortemente sul cambiamento tra luce e buio.5

Riposo

Il riposo ha un ruolo estremamente importante nella vita del bovino. 
La mucca riposa dalle sette alle dodici ore al giorno circa, mentre il toro e il vitello vanno anche oltre le dodici ore. Prima di ogni consueto ritual viene sempre controllato il terreno, ad esempio le mucche amano dormire schiena contro schiena contro una parete.
Sebbene i bovini riposino spesso per metà della giornata, sono solo in un sonno profondo per circa 30 minuti, I quali sono divisi in sei-dieci periodi. Per cui è molto importante che  abbiano un terreno di riposo molto confortevole, poiché migliora la produttività dell’ animale.5

Alimentazione

I bovini sono erbivori e ruminanti. Il masticare di continuo, permette ai bovini selvatici di assumere un’ elevata quantità di nutrimento in poco tempo e rimandare la digestione alla note dove sono meglio protetti dai predatori. Un bovino non può raggiungere l'erba da una posizione eretta, deve mantenere le gambe anteriori piegate. Ma in Svizzera, all’ animale questo non è possible.6

Ai bovini piace mangiare insieme ai loro coetanei (pascolo sincrono). I principali orari di alimentazione sono soprattutto al mattino e alla sera e dopo circa 30-60 minuti cominciano a ruminare. Hanno inoltre un elevato fabbisogno idrico, che ovviamente va ad aumentare  nella fase di allattamento. Bevono da due a dieci volte al giorno e la velocità di consumo è di 25 litri al minuto! E se i bovini vengono tenuti in una stalla, bevono fino a 20 volte al giorno.5

Riproduzione e allattamento

Sorprendentemente due terzi dei parti avvengono nella notte.5  Già una mezz‘ ora dopo la nascita, il vitello è in grado di stare in piedi. Con il parto, la mucca inizierà a produrre latte, molto ricco e nutritivo per costruire un solido sistema immunitario al piccolo che per i primi due giorni berrà per ripararsi da ogni probabile malattia. Nel caso la mucca viene uilizzata per la produzione del latte, il vitellino le viene tolto poco dopo la nascita e questa verrà munta due volte al giorno e produrrà, nel periodo di allattamento, fino a 5000 litri di latte, anche se ci sono mucche ad alta prestazione che arrivano a produrne il doppio.7  Dalla seconda settimana di vita, i vitelli si nutriranno d’ acqua e talvolta di un po' d’ erba. Dopo circa otto-dodici mesi, il vitello si sistemerebbe naturalmente.5 Oggigiorno la mucca non ha più diritto ad essere fecondata, come lo conosciamo, dal proprio toro, bensì verrà fatto tutto artificialmente dopo sei-otto settimane dalla nascita del vitello dove continuerà ad essere munta fino a sei settimane prima della nascita di un altro piccolo.
Dopodiché la mungitura viene ripresa immediatamente dopo la nascita del vitello.7

Contatto sociale 

I bovini sono animali molto socievoli che cercano sempre il contatto con i loro coetanei. Caratteristiche importanti riguardanti il comportamento sociale sono il riconoscimento, la comunicazione, la costruzione dell'amicizia e l’ ordine gerarchico in una mandria.
Il riconoscimento è importante per ridurre gli scontri tra i bovini. Un individuo può riconoscere fino a 100 membri della mandira e questo contribuisce ad un benessere generale.
Le mucche comunicano tra loro tramite diversi suoni e linguaggi corporei, come ad esempio la posizione della testa o della coda, con cui riescono ad esprimere felicità, rabbia, interesse o dolore e con diverse espressioni facciali. Le corna hanno in questo, un ruolo molto importante.
Nel 2019 è stato condotto uno studio a riguardo:  www.nature.com.

I bovini coltivano amicizie mangiando e spendendo tempo insieme, oltre a leccarsi reciprocamente. Mentre i più giovani giocano allegramente insieme. L’ordine di appartenenza è anche un pilastro molto importante per evitare aggressioni e lotte e regolare l’accesso ad acqua, cibo e partner sessuali. Sebbene i bovini siano animali molto socievoli, a loro piace mantenersi a una certa distanza l'uno dall'altro. Questa distanza è anche chiamata distanza individuale e varia a seconda che gli animali si trovino nella stalla (distanza più breve) o che pascolano (distanza più lunga).5 

Allevamento

In Svizzera vivono oltre 1,5 milioni di bovini in diverse forme di allevamento, che vengono differenziate a seconda dello scopo dell'animale. Le vacche da latte sono spesso tenute in stabulazionie fissa, mentre il bestiame da ingrasso principalmente in recinti con sistemi a superficie singola o multi-superficie.6 Inoltre, vi sono altre forme di allevamento nel quadro di programmi di sostegno per garantire un allevamento «più amico degli animali». Questi programmi sono chiamati SSRA (in particolare fienili per animali) e URA (regolare esercizio all'aperto).8 

I diversi tipi di allevamento sono presentati di seguito. Gli articoli legali 6 e 7, che stabiliscono che gli animali devono essere adeguatamente nutriti, curati e forniti per il loro impiego e la libera circolazione, e che vari tipi di allevamento sono approvati solo se soddisfano i requisiti di benessere degli animali, sono spesso violati!9 

Allevamento convenzionale di bovini 

Stabulazione fissa

Le mucche da latte sono tenute in uno spazio molto piccolo, dove hanno poco spazio per mangiare o sdraiarsi. Gli agricoltori devono solo consentire agli animali di correre all'aperto per almeno 90 giorni all'anno, di cui 30 in inverno e l’intero procedimento dev’essere tenuto registrato. La misura in cui ciò viene osservato e verificato rimane discutibile. Detto quanto, il consumatore si immagina probabilmente un bel pascolo verde, quando è spesso usato purtroppo solamente uno spiazzo in cevmento.
Lo stesso FSVO scrive che il tethering limita gravemente il movimento dei bovini, tuttavia, rimane permesso. Questo, sicuramente benessere per gli animali non è: essere legati 275 giorni all'anno nello stesso posto, senza aver mai commesso un crimine. 
Il legislatore di questa crudeltà si definisce un paese con i più alti standard per il benessere e la protezione degli animali.

Addestratore di mucche elettrico

Nell'allevamento di bestiame convenzionale, gli addestratori di mucche elettrici sono spesso usati per controllare le mucche. Ciò significa che alle mucche vengono continuamente date delle scosse elettriche quando non si muovono come vuole l’allevatore, di modo che facciano un passo indietro a stiano nello spazio a loro designato tenendosi pulite. Per le mucche, ciò significa che il loro comportamento (cura del corpo, difesa dalle mosche, calore) è chiaramente limitato. 
Tuttavia, l'Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria richiama l'attenzione sul fatto che gli addestratori di mucche elettrici sono classificati come non adatti agli animali. Quindi la proezione animali richiede che non vengano installate nuove staffe elettriche negli stand.6 

Swissveg richiede che NON sia più possibile utilizzare le parentesi elettriche. Non è sufficiente non crearne di nuovi fintanto che gli animali soffrono attualmente.

Anche i bovini da carne e i buoi trascorrono la maggior parte della loro vita nelle stalle. Spesso le stalle hanno i cosiddetti pavimenti a doghe, tra le quali dovrebbero scivolare le feci. 
Si tratta di pavimenti duri, spesso sporchi, che non consentono movimenti e comportamenti sociali tipici della specie. Dal 2013 parte di questo pavimento deve essere coperta con un tappetino in gomma dura, dunque lettiera ed esercizio fisico sono ancora opzionali. 
In poche parole: un manzo che pesa mezza tonnellata ha tre metri quadrati di spazio.10 Swissveg chiede che il diritto all'esercizio e al movimento quotidiani siano tra i requisiti minimi per la zootecnia!

Stabulazione libera

In questo tipo di allevamento le mucche puossono muoversi un po‘ di più, potendo camminare e andare a riposare nei box, che tuttavia sono sempre troppo piccoli. Purtroppo, questo tipo di allevamento spesso viene seguito da una bruciatura delle corna dell’ animale per far si che non si feriscano tra loro.11 Ma tutto questo si potrebbe evitare! Le mucca con le corna sono possibili in un box se sono tenute in modo più appropriato:1213, 14   

www.demeter.de
https://hornkuh.ch
https://.fibl.org

Al link sottostante si possono trovare ulteriori informazion: Lasciamo le corna alle mucche.

Contributi per il benessere degli animali

Invece di aumentare i requisiti legali minimi, la Confederazione Svizzera offre agli agricoltori l'opportunità di ricevere sussidi aggiuntivi attraverso programmi di finanziamento.

SSRA

SSRA sta per un programma di finanziamento federale destinato a rappresentare Sistema di Stabulazione particolarmente Rispettoso per gli Animali. Se l’agricoltore fornisce agli animali condizioni che vanno oltre il minimo legale, ricevono contributi finanziari dal governo federale. Rispetto all'allevamento convenzionale, nelle stalle SSRA viene dato più del doppio dello spazio ai bovini. Ciò che può essere classificato come particolarmente convenevole per gli animali, ma dipende naturalmente anche da quanto chieda il minimo legale.

URA

Anche questo ê un programma di finanziamento da parte della confederazione che s‘ impegna per il «benessere degli animali». L'abbreviazione sta per Uscita Regolare all' Aperto, questo programma viene spesso eseguito in combinazione con SSRA. In particolare, il programma URA significa che tra il 1 maggio e il 31 ottobre gli animali devono poter muoversi su un pascolo per almeno 26 giorni al mese. Inoltre, le stalle sono più etiche e gli animali vengono nutriti «il più naturalmente possibile».8 Per quanto riguarda le mucche da latte, la quota del programma URA in Svizzera è dell' 81 %. Ma nel caso dei vitelli da ingrasso e da mucca, tuttavia, la percentuale è solo del 28 %.15

Che si tratti di SSRA o URA  nella pubblicità, il consumatore viene ingannato deliberatamente di quanto sia eticamente corretto il prodotto che sta consumando, quando in realtà li animali sono sistematicamente sfruttati e private della loro vita. Non hanno il diritto di essere quello che sono, ma vengono trattati come merce di proofitto per alimentare una sporca politica.
Per finire il consumatore è indotto in errore.

Utilizzo

Produzione di latte

In Svizzera vivono circa 750.000 mucche da latte che, sebbene possano vivere in media 20 anni, vivono solo da cinque a sei anni a causa dell'allevamento. Le mucche da latte sono allevate per prestazioni elevate e per lo più inseminate artificialmente ogni anno in modo da produrre latte continuamente. Una cosiddetta mucca ad alte prestazioni produce fino a 12.000 litri di latte all'anno, paragonabile ad un atleta d’elite che corre ogni giorno una maratona.1617 Questo elevato livello di produzione di latte porta a gravi infezioni alla mammella, al disinteresse degli animali, a disagi per tutta la vita e alla loro perdita prematura. L'uso di antibiotici è ormai quotidiano nella produzione di latte. I parametri di qualità umana e fattori sempre più puramente economici fanno sì che questi animali altamente sviluppati e molto intelligenti vengono spesso macellati non appena si verifichi un piccolo problema alla loro salute, poiché nella maggior parte dei casi, i costi veterinari non devono superare un importo massimo molto basso. A Tutto ciò si aggiunge la sofferenza psicologica delle mucche da latte quando sono separate dai loro vitelli appena nati. 
Una madre o mucca da latte esperta si adatta presto alla nascita in avvicinamento e quindi prima della nascita viene praticata la chiamata al vitello non ancora nato. Quando il vitello nasce, viene leccato immediatamente lasciando un’ impronta che rendealla mamma riconoscibile il vitello a partire dal primo giorno. Questo comportamento serve anche a prevenire le malattie. Eccezionalmente la mucca lascia accesso alle sue mammelle, ad un cucciolo che non sia il suo. Dopo una settimana, la madre può riconoscere la I versi del suo vitello in mezzo ad altri e dopo due settimane invece, lo riconosce solo vedendolo.
Per l'industria lattiero-casearia, d'altra parte, il vitello e la mucca da latte vengono separati appena poche ore dopo la la sua nascita in modo che non sic rei un legame tra la madre e il suo piccolo. Questa perdita è un'esperienza traumatizzante per la mucca nutrice, che chiama il suo piccolo per giorni. Il lamento scioccante delle mucche è un suono familiare in campagna, ma il latte è riservato alla produzione di latte. E purtroppo questa pratica è comune anche per la cosiddetta agricoltura biologica!a

Produzione di carne

Bovini da ingrasso

In Svizzera vivono circa 850'000 bovini, vittime della produzione di carne. Questi includono tori (bovini maschi non castrati), alcuni buoi (bovini maschi castrati), giovenche (bovini femmine che non hanno partorito un vitello) o mucche da latte che sono diventate improduttive come descritto nella sezione precedente.

I bovini e i vitelli da ingrasso sono esplicitamente allevati per la produzione di carne: hanno lo scopo di acquisire massa muscolare il più velocemente possible. A tal fine, ai vitelli da ingrasso vengono somministrati sostituti del latte e alimenti concentrati. Per mantenere la carne leggera, spesso ricevono solo la minima quantità di fieno e soffrono di carenza di ferro. I vitelli da ingrasso vengono macellati dai tre ai cinque mesi d’ età. I bovini da ingrasso vengono generalmente macellati dopo 14-20 mesi.18 Nel corso della loro vita, bisogni fondamentali come il foraggiamento, l'igiene personale, il riposo e il comportamento sociale non vengono considerati. Inoltre, si verificano spesso malattie e disturbi, come l'ipertrofia muscolare, che significa che la crescita muscolare si sviluppa negli arti posteriori dei bovini, il che porta a danni alle articolazioni e agli organi e oltretutto gli animali vivono anche una vita misera soffrendo psicologicamente.19 I manzi vengono macellati al età di uno o due anni. 

Vitelli da ingrasso

I futuri vitelli da ingrasso provengono principalmente da allevamenti da latte e sono principalmente discendenti maschi delle vacche da latte. Se il neonate invece è un vitello femmin, quindi inutile per l’industria del latte, viene allevata anche lei come vitello da ingrasso, il quale unico scopo è ingrassare in bravissimo tempo.19 

Box per vitelli

I vitelli allevati per la loro carne vengono strappati dalle madri solo pochi giorni dopo la nascita, in modo che il latte, che è effettivamente destinato al vitello, possa essere munto per l’essere umano. Tuttavia, I neonati oltre a soffrire di mancanza di sicurezza maternal, soffrono anche di forte voglia di ciucciare quindi vengono rinchiusi in piccolo box di plastica cosicché non provino a succhiare da altri animali. Mantenere animali solitari è uno degli aspetti più tristi del settore dello sfruttamento del bestiame: i bambini che non hanno fatto nulla di male sono rinchiusi e isolati negli igloo. In estate, i vitelli soffrono spesso di un enorme stress da calore: a seconda della loro posizione e del materiale, gli igloo si riscaldano così tanto che i vitelli preferiscono stare direttamente sotto il sole piuttosto che sdraiarsi all’interno. Nei giorni afosi con elevata umidità, lo stress termico inizia sotto i 26 gradi Celsius, poiché l'umidità rilasciata durante la sudorazione fa si che il corpo dell'animale non riesce più a raffreddarsi, lo stesso vale se i vitelli sono direttamente esposti al sole. Ciò può portare al surriscaldamento del corpo, che l'animale giovane non può più affrontare a una certa temperatura.20

Invece del latte materno, i vitelli vengono nutriti con un sostituto del latte spesso arricchito con ormoni e privo di ferro, perché l'anemia rende la carne bianca e tenera. Vengono quindi macellati all'età di 16 settimane (ingrasso rapido) o 20-26 settimane (ingrasso prolungato del polpaccio). Spesso sono troppo deboli e paralizzati per poter ancora camminare. Beat Mühlethaler, amministratore delegato dell'organizzazione di ingrasso dei vitelli «Univo», ha confermato in un programma SRF: «L'ingrasso dei vitelli nelle grandi aziende agricole non è più possibile oggi senza antibiotici».21 
Fino all'età di quattro mesi, i vitelli in Svizzera non possono essere legati e le stalle devono avere una zona di lettiera cosparsa. Dal quarto mese possono essere tenuti su pavimenti forati, ma i pavimenti devono essere dotati di un materiale morbido e deformabile.11 In definitiva, i vitelli vivono anche una vita, senza grandi mole di lavoro, che è spesso associata a grandi sofferenze psicologiche e fisiche, fino a quando non vengono massacrati.

Trasporto, anestesia e macellazione

In Europa, I camion trasportatori che portano I bovini al macello, dispongono 1.5 – 2 mq di spazio per animale, lo stesso rapporto di una persona alta 180 cm legata al seggiolino di un bambino e caricata nel bagagliaio di un'auto di medie dimensioni.
Dopo il trasporto spesso lungo ore, le mucche da latte, i bovini da ingrasso e i vitelli da ingrasso vengono condotti in un'area di attesa. L'uso di ausili per la guida elettrici è consentito in Svizzera e viene utilizzato più volte. Prima della macellazione, i bovini, come tutti gli altri mammiferi, devono essere anestetizzati. (Il pollame può essere macellato in Svizzera).
Per I bovini sono consentiti diversi metodi di stordimento. L’ anestesia con la pistola significa infliggere una commozione cerebrale agli animali con colpi alla testa, distruggendone così il tessuto cerebrale. Il flusso elettrico è anche un metodo anestetico consentito, dove gli animali sono fissati sulla testa e sul collo e premuti contro una lastra, con corrente che scorre attraverso la testa. Gli elettrodi metallici premono contro il corpo lateralmente, causando una fibrillazione ventricolare irreversibile.22
Chiaramente per mancanza di tempo, spesso avvengono anestesie andate a male.23

Dopo lo stordimento, gli animali cadono a terra, vengono appesi d una catena dale gambe, tagliati con un coltello e sanguinati prima che la carcassa sia finalmente processata. Ciò che bisogna sicuramente menzionare con le mucche da latte è il fatto che, nonostante l'obbligo di dichiararazione, ogni anno vengono macellati in Svizzera migliaia di animali in gravidanza. I feti non nati muoiono lentamente per mancanza di ossigeno, ma solo dopo che la madre è morta. L'ammenda di CHF 100, introdotta il 1 ° gennaio 2020, si rivela una misura insufficiente per prevenire questa sofferenza.24 

Disturbi comportamentali 

L'articolo 3 legislativo è gravemente violato. Secondo questo articolo, gli animali dovrebbero essere tenuti in modo tale da non disturbare le loro funzioni corporee e il loro comportamento.9

Rotolamento della lingua

Il rotolamento della lingua o il colpo della lingua è un disturbo comportamentale senza alcuna funzione apparente e si verifica in connessione con un comportamento disturbato di assunzione di cibo. A causa della mancanza di assunzione di cibo naturale e di alimentazione artificiale, i bovini iniziano a rotolare le loro lingue, il che corrisponde al "finto strappo dell'erba". Questo comportamento può essere spesso osservato, in particolare, nei vitelli allevati artificialmente, che ricevono solo una piccola percentuale di fibre grezze dal cibo.5

Intersucking

Succede che vitelli e giovani animali si succhino l'un l'altro. In particolare, ciò significa che le orecchie, il naso e il sistema mammario vengono risucchiati da altri animali. Ciò si verifica anche in relazione all'assunzione di cibo. La durata dell'assunzione di mangime diminuisce con l'età degli animali, il che favorisce disturbi comportamentali come leccare, rosicchiare le attrezzature del fienile e succhiare reciproco. Il comportamento indica deficit energetici e un'insufficiente fornitura di foraggio nella fase di svezzamento.5

Pianto

Sia la mucca che il vitello soffrono del dolore della separazione quando ciò avviene appena dopo la nascita. La mucca madre chiama spesso disperatamente il suo neonato per giorni dopo che il vitello viene portato via e si gira a cercarlo. Gli scienziati riferiscono che gli animali hanno versato lacrime e sono molto depressi. Una separazione tra madre e figlio significa molta sofferenza e stress per entrambe le parti.2 

Interventi da parte dell' uomo

Bruciatura delle corna

In questo paese, nove mucche su dieci non hanno più le corna. Vengono rimosse in modo che gli animali non si facciano del male, ma anche per risparmiare tempo e denaro. Perché le mucche senza corna richiedono meno spazio e meno cure nella stalla. Ciò sarebbe superfluo con l'allevamento appropriato per animali e specie, dal momento che agli animali piace vivere in mandrie. In natura, le corna sono un importante mezzo di comunicazione per le mucche e regolano la gerarchia all'interno del gruppo.
Alla rimozione delle corna, i vitelli non devono avere più di tre settimane di vita e l’intervento dev’essere eseguito con anesetesia e antidolorifici.25 Tuttavia, la rimozione delle corna è un processo molto doloroso. I sistemi di corna, che sono attraversati dai nervi, vengono distrutti dagli animali con l'aiuto di una canna da combustibile calda.26 

Iserimento di anelli nasali 

Se l'allattamento reciproco è un problema in un allevamento di bovini, è possibile utilizzare anelli di protezione dell'aspirazione. Tali anelli, che sono bloccati sul setto nasale e hanno punte rivolte verso l'esterno, hanno lo scopo di provocare una reazione di difesa nell'animale succhiato. Esistono vari modelli e dimensioni di anelli di protezione dell'aspirazione. Gli anelli che perforano completamente il setto nasale o le aree della bocca non sono ammessi in Svizzera ai sensi della legge sulla protezione degli animali.26 Tuttavia avvengono spesso incidenti in cui l’ anello viene inserito malamente e questo naturalmente non viene punito.27

Inseminazione artificiale

L'inseminazione delle mucche al giorno d'oggi per lo più non è più naturale, ma si ottiene lo sperma del toro, che è surgelato e può infine essere introdotto nella mucca quando necessario. Per ottenere lo sperma di toro viene usata una vagina artificiale.28Con l'aiuto di un inseminatore, lo sperma viene iniettato nell'utero della mucca, con una mano sempre inserita nel suo retto.29 La successiva inseminazione della mucca si svolge circa 6-8 settimane dopo la nascita di un vitello. L'intervento si può classificare come stupro animale.

Marchi auricolari

Secondo l'Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria, gli animali con zoccolo, tra le altre cose, devono essere identificati al fine di distinuere gli animali e consentire la rintracciabilità per quanto riguarda il controllo delle malattie. L'etichettatura deve essere chiara e permanente. È fatto attaccando marchi auricolari ufficiali. I bovini devono essere contrassegnati con due marchi auricolari utilizzando una pinza per marchio auricolare entro e non oltre 20 giorni dalla nascita.30 Poiché le orecchie sono attraversate da molti nervi, ci si può immaginare il grande dolore. Inoltre, i vasi sanguigni possono esplodere, possono verificarsi reazioni allergiche e infiammazioni dell'orecchio. E non da ultimo, gli animali almeno inizialmente percepiscono i marchi come inquietanti corpi estranei. Alcuni animali cercano di sbarazzarsi degli aggeggi graffiando e scuotendo la testa. Se ci riescono, viene creata una ferita profonda, che cicatrizza. Molte funzioni vengono limitate da questa pratica barbarica.31

Eccezioni alle leggi

Controllabilità del rispetto delle leggi

Per motivi economici, le leggi prescritte della legge svizzera sul benessere degli animali spesso non vengono rispettate. Inoltre, vi è spesso una carenza di personale che verifica se le leggi vengono osservate durante l'allevamento, ma anche durante il processo di macellazione. Vi è anche una mancanza di risorse tra le autorità, cosicché molte denounce vengano ritardate.

Effetti della legge sul benessere degli animali

Sfortunatamente, la legge sul benessere degli animali non specifica cosa si intende per esigenze di "animali da allevamento". Inoltre non è specificato cosa si intenda esattamente per abuso e negligenza grave. La legge quindi lascia molto spazio all'interpretazione e difficilmente protegge efficacemente gli animali. Anche i privati e le organizzazioni per il benessere degli animali non hanno alcuna possibilità di intentare causa per violazioni dei proprietari di animali. È possibile segnalare un caso solo all'ufficio veterinario cantonale, che esaminerà quindi le condizioni in loco. Ciò che manca, tuttavia, è un'applicazione efficace. Almeno in teoria, i controlli veterinari cantonali eseguono controlli senza preavviso. Un problema, tuttavia, è che questi controlli avvengono molto raramente, dal momento che gli uffici responsabili in molti cantoni sono completamente sovraccarichi – o insufficienti. L'applicazione coerente delle attuali norme sul benessere degli animali e l'applicazione di sanzioni sensibili nei confronti dei proprietari di animali contribuirebbero a evitare che la sofferenza degli animali ripaghi. Informazioni più dettagliate sono disponibili presso la protezione animali svizzera all'indirizzo: www.admin.ch

Letzte Aktualisierung: 30.06.2020
Weitere Infos: